Verona Porta nuova, è Signa Group il vincitore del bando per la rigenerazione urbana delle aree dello scalo ferroviario

Verona, 8 ottobre 2021

Signa Group è il vincitore del bando di gara per la rigenerazione urbana dello scalo ferroviario di Verona Porta Nuova.

Alla conferenza stampa di proclamazione hanno partecipato Federico Sboarina, Sindaco di Verona, Umberto Lebruto, Amministratore Delegato di FS Sistemi Urbani (Gruppo FS Italiane), Elisa De Berti, Vicepresidente e Assessore ad Affari Legali - Lavori Pubblici - Infrastrutture - Trasporti della Regione Veneto, Ilaria Segala, Assessore all’Urbanistica del Comune di Verona, e Luca Zanotto, Vicesindaco Comune di Verona.

Il bando di gara, che prevedeva l’invio di una proposta di variante urbanistica e di un concept progettuale, era stato pubblicato a seguito del Protocollo d’Intesa sottoscritto nel 2019 da FS Sistemi Urbani, Regione Veneto e Comune di Verona. Il nuovo spazio urbano – che si estenderà su una superficie di 450mila metri quadri – sarà caratterizzato dalla presenza di edifici pubblici e privati e di un grande parco che ospiterà attività ricreative, servizi e attrezzature per lo sport e il tempo libero. Oltre l’80% dell’area sarà destinato al verde. A Signa Group sarà garantito un diritto di prelazione sull’acquisto delle aree interessate da esercitare durante la procedura di vendita.

Oltre alla rigenerazione dello scalo è prevista la riqualificazione di viale Piave e di viale delle Nazioni, con la realizzazione di un percorso ciclopedonale, una nuova filovia, una migliore viabilità di connessione nord-sud e la costruzione di un sottopasso. Infine, si interverrà anche sulla riconfigurazione del trasporto pubblico locale con la realizzazione di un hub intermodale.

L’obiettivo ambizioso sarebbe quello di terminare i lavori in vista delle Olimpiadi di Milano-Cortina 2026.

CONDIVIDI:
Condividi su Linkedin