Pavia: Protocollo di Intenti per la rigenerazione e riqualificazione dell’area dello scalo ferroviario di Via Rismondo

Pavia, 4 ottobre 2021

 

È stato firmato oggi il Protocollo d’Intenti tra Ferrovie dello Stato Italiane, FS Sistemi Urbani e Comune di Pavia per la rigenerazione e riqualificazione dell’area dello scalo ferroviario di via Rismondo, dando così avvio a un concreto processo di rigenerazione di un ambito che interessa circa 80.000 mq di aree dismesse in città. La firma è avvenuta alla presenza di Umberto Lebruto, Amministratore Delegato di FS Sistemi Urbani, Fabrizio Fracassi, Sindaco di Pavia, e Massimiliano Koch, Assessore all’Urbanistica del Comune di Pavia.

Lo scalo ferroviario di via Rismondo è situato nell’area nord della città di Pavia, in posizione strategica, in prossimità degli accessi viabilistici alla città, tra il sistema ferroviario e il parco lineare sull’affluente del Ticino, con possibilità di relazioni significative con l’Università, il polo sanitario dell’Ospedale San Matteo ed il Centro Città. Il Protocollo d’Intenti quindi, secondo i principi più volte affermati dalla legislazione nazionale e regionale volta al recupero delle aree dismesse, si propone di dare concreta attuazione alla Rigenerazione dell’ambito ferroviario dismesso.

Tra gli obiettivi condivisi dai sottoscrittori: la creazione dei collegamenti con la Città storica, con il distretto della Scienza e del Sapere, con il Naviglio e il parco della Vernavola; l’insediamento di funzioni qualificanti e significative; l’attenzione all’ambiente e alle connessioni verdi; la ricucitura tra città e quartieri esterni; l’uso temporanei degli spazi da trasformare; l’impiego di ogni tecnologia atta a rendere ambientalmente sostenibili i nuovi insediamenti.

Il principale strumento proposto dal Protocollo di Intenti, individuato per avviare la rigenerazione, è la Manifestazione di interesse per la redazione di un Masterplan esteso alle aree dello scalo di via Rismondo (e alle aree e immobili di via Trieste), che dovrà richiamare competenze multidisciplinari in grado di affrontare le tematiche di ricucitura urbana, di disegno del paesaggio, di accessibilità e mobilità, oltre che di sostenibilità economica.

A seguito della Manifestazione di interesse per il Masterplan, potrà essere costituito un Tavolo di Lavoro tra il team di professionisti selezionati e i soggetti sottoscrittori, al fine di approfondire fattori importanti per lo sviluppo dell’area quali gli elementi di coordinamento con le adiacenti aree ex Necchi, il rapporto con la ferrovia, le condizioni per la realizzazione della nuova fermata Pavia Nord, etc.

Temi condivisi, indirizzi e processo metodologico della iniziativa promossa dai sottoscrittori sono individuati e precisati nel documento “Linee di Indirizzo per la rigenerazione degli scali ferroviari di Pavia”, allegato al Protocollo.

CONDIVIDI:
Condividi su Linkedin